Appuntamenti

Più che il coma, il marciapiede

19 Gennaio 2020

Una rilettura di “Stazionario sarà lei” di Gianni Falcone.
Conduce Cinzia Inguanta; contributi musicali di Anna Lisa Buzzola, Claudio Moro e Cristina Ribul Moro; voce narrante Fausto Tognato.
Un incidente, un trauma improvviso e ci si ritrova attaccati a fili e tubi. Spesso se ne esce, ma bisogna mettere in conto qualche danno; i farmaci, la fisioterapia, i familiari e gli amici, la solidarietà restituiscono una vita possibile benché limitata da un corpo che non è più lo stesso.
E dopo? Si è cittadini come prima, come gli altri?
No, bastano i pochi centimetri di un marciapiede per separarti da una passeggiata, uno spettacolo, un mezzo pubblico, un evento sportivo, la scuola, il lavoro…
E così subito il marciapiede diventa il simbolo negativo di tutti gli ostacoli, fisici e mentali, che la disabilità deve affrontare.
Si parlerà di una ragazza che è riuscita a non restare stazionaria, ma anche di barriere, dopo di noi, telelavoro e altre assenze. Consigliato anche a chi il libro lo ha già letto.
Con qualche foto, un paio di video e un filo di ironia, che aiuta sempre a girare le pagine storte della vita. E un semplice aperitivo finale.
Chi acquisterà il libro darà una mano alla Ronda della carità alla quale sarà devoluta parte del ricavato. Grazie!

Su Facebook

245 Letture
Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.